LARRASOAÑA - lunedi' 8 luglio 2002

Larrasoagña - Artigianato locale

Larrasoaña - Voto augurale della simpatica Maru'

Partenza da Roncisvalle alle 6.30. Arrivo a Larrasoaña alle 14.00. Ad Azubiri, dove mi ero fermato per acquistare pane e formaggio, dopo aver oltrepassato il "ponte della rabbia", si è scatenato un temporale violento, con grandine, vento e freddo intenso. Ho fatto colazione comodamente riparato sotto un portico. La tappa è stata monotona, digradando dai Pirenei verso Pamplona.

Non riesco a tovare il silenzio interiore. Devo ancora epurare le straziate grida, il rumore di fondo della mia anima. Solo nel silenzio potrò ascoltare nella mia anima risuonare la Tua voce. Potrò sentire la mia anima che canta.

E Tu, o Dio, sei ancora lontano...

Ho fatto il viaggio con Jean Claude. Poco prima di Azubiri abbiamo incontrato Carlos, un insegnante delle Canarie. E' un incredibile miscuglio di lingue, di culture, il popolo del Camino. Cecoslovacchi, argentini, australiani, canadesi, boliviani, tedeschi, svizzeri, francesi, ed altro ancora.

Una precisazione filologica: "bananas" sono le banane sudamericane; "platanos", le più piccole e più gustose banane delle Canarie.

A Larrasoaña l'ex "alcade" Santiago, personaggio tipico del Camino, gestisce, a nome del Municipio, il rifugio, con forte impronta personale e creatività.

Un po' alla volta il rifugio si riempie: tutti i pellegrini sono bagnati fradici! Troviamo alloggio in una sala dove i materassi riempiono quasi tutto il pavimento di legno.

Al bar del paese - in verità: bar/emporio/trattoria - parlo con la simpaticissima figlia del titolare, Maru', che mi lascia una dedica beneaugurante.

La sera, cena del pellegrino al mitico bar del paese, dove la simpaticissima Maru' sprizza energia mediterranea da tutti i pori.

Conosco un'allegra ragazza francese, Albanie di Montpellier, che vuole diventare giudice e viaggia con un'amica. Ci impegnamo in una animata discussione sul sistema giudiziario francese comparato con quello italiano, con particolare riferimento all'obbligatorietà dell'azione penale.

A letto prestissimo, dormo vicino ad un francese, François, lui pure insegnante.

tiares@email.it